Sere di un tempo in Alta Valmarecchia

Testo e indovinelli tratti dal libro “A veglia della Bice” di Marta Bonaccini, 2001

Immaginate il calore della legna che brucia nel focolare

in una sera d’inverno,

mentre una voce ci guida nei sentieri della memoria,

sospesi come in un sogno…

Con l’inizio dell’autunno, le giornate più corte e i primi brividi di freddo invitavano a riunirsi la sera a veglia attorno al focolare, ora in casa ora nell’altra. Difficilmente erano veglie inoperose: i canti, i giochi, le storie, gli indovinelli, le chiacchere stesse avevano non solo lo scopo di divertire, ma assolvevano alla funzione di trascorrere il tempo lavorando in allegria. Le donne tessevano, rammendavano , filavano; gli uomini, quando non avevano da riparare oggetti da lavoro, si riposavano, parlando, tra una boccata e l’altra di pipa. Nel canto del fuoco stavano stretti, vicini l’uno all’altro, impazienti che la nonna o il capoccia iniziassero a raccontare.

INDOVINA INDOVINELLO

1. Ci son quattro sorelle che non si 
voglion bene;
quando una viene, l'altra se ne va.
2. Io son pubblica e nel mondo,
spensierata e sfacciatella,
che da capo fino in fondo 
dve son brutta e dove son bella.
Io la porto ogni persona,
sia triste e sia buona,
ogni sorta di animale
mi calpesta e mi fa male.
3. Bianco e biondo nei capelli tengo
un gran tesoro che nel mondo sia,
con una gamba sola mi sostengo,
con tutte le mie sorelle in compagnia.

INDOVINELLI… MATEMATICI

Le pecore
Siamo in due che abbiamo due branchi di pecore.
Se lui me ne dà una a me, io ne ho il doppio e lui la 
metà.
Se io gliene do una a lui, ne abbiamo tante per uno.
Quante pecore abbiamo ciascuno?
Le zampe
Per la strada va bel bello
una mucca e un somarello,
una capra, una gallina
e una bianca pecorina.
Or, chi osserva la scenetta,
quante zampe conterà?
A veglia
Un taleva a veglia e dice: - buonasera se foste cento.
Il capo di casa risponde:
Cento non siamo,
ma se fosse un altrettanto
e la metà di un altrettanto,
con voi, che siete giunto,
si sarebbe cento in punto in punto.
In quanti erano a veglia?

Soluzioni (Indovina indovinello)
1. Le stagioni
2. La strada
3. Il grano

Soluzioni (Indovinelli... matematici)
Le pecore: Uno sette, l'altro cinque
Le zampe: Venti
A veglia: Trentatré

Un pensiero su “Sere di un tempo in Alta Valmarecchia

  1. Nelle veglie d’inverno si recitavano i poemi antichi e si raccontavano le storie come quella di Medardo e di Pia de’ Tolomei.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...